Giovedì, 14 Nov 2019
 
 
La Politica Ambientale PDF Stampa E-mail

La Ficco srl, con sede operativa nella Zona Industriale del Comune di Terlizzi, è una società a responsabilità limitata specializzata nella demolizione di veicoli usati, nel recupero e commercializzazione dei materiali derivanti dall’esercizio di demolizione autoveicoli.

L’azienda opera in un settore in continuo sviluppo e segnato da un’elevata competitività, che porta l’Organizzazione ad avere come obiettivo principale il continuo miglioramento del servizio offerto al cliente. In tale ambito, l’Organizzazione ha implementato e mantiene attivo il Sistema di Gestione Ambientale conforme alla norma UNI EN ISO 14001:2015, volgendo il proprio impegno verso l’ulteriore ottimizzazione della produzione e dell’organizzazione aziendale, prestando contestualmente una maggiore e necessaria attenzione alle tematiche ambientali.

Il campo di applicazione del Sistema di Gestione Ambientale implementato è il seguente:
“Attività di demolizione di veicoli fuori uso tramite le fasi di ritiro, stoccaggio, messa in sicurezza, smontaggio, separazione e recupero di componenti. Commercializzazione di veicoli e di componenti di veicoli fuori uso.” Tale orientamento, ha consentito all’azienda di mantenere nel tempo una buona efficienza del processo di bonifica e smaltimento dei veicoli fuori uso.

L’azienda, nel presente documento, disponibile al pubblico, definisce quelli che sono i suoi “obiettivi e traguardi ambientali”, predisponendo, nell’ambito del proprio sistema di eco-gestione, particolari procedure gestionali al fine di migliorare le proprie prestazioni ambientali.

L’organizzazione, quindi, si impegna a rispettare i seguenti principi:

  • rispettare le prescrizioni legali in relazione ai propri aspetti ambientali;
  • considerare le responsabilità ambientali dell’azienda al pari degli altri aspetti gestionali dell’Organizzazione e delle esigenze dei clienti;
  • proteggere l’ambiente favorendo il miglioramento continuo delle prestazioni ambientali dell’azienda e la prevenzione dell’inquinamento per eliminare o ridurre le emissioni, gli scarichi ed i rifiuti ed ottimizzare il prelievo di risorse (energetiche, idriche e di materie prime);
  • perseguire il miglioramento continuo delle proprie prestazioni ambientali, anche mediante l’individuazione di opportuni indicatori di riferimento tenuto conto della conoscenza del contesto e degli impatti ambientali dell'attività svolta;
  • per ogni attività svolta, individuarne l’incidenza sull’ambiente e intraprendere le azioni necessarie per controllarla e ridurla, al fine di evitare possibili situazioni di emergenza operando in una logica di prevenzione degli incidenti ambientali;
  • coinvolgere e responsabilizzare il personale sui temi della salvaguardia dell'ambiente;
  • coinvolgere e rafforzare la coscienza in tema di ambiente delle parti interessate;
  • migliorare l’uso delle risorse energetiche e idriche;
  • privilegiare fornitori in grado di assicurare servizi il più possibile conformi al sistema di gestione ambientale adottato;
  • affidare i servizi a trasportatori rifiuti ed impianti di destinazione finale rifiuti che garantiscono mezzi di trasporto idonei al fine di ridurre l'impatto derivante dalle emissioni in atmosfera e che privilegiano attività di recupero anziché smaltimento;
  • comunicare i principi di sostenibilità ambientale ai fornitori, ai clienti e alle parti interessate rilevanti per il sistema di gestione ambientale.

La Direzione Aziendale, quindi, impegna adeguate risorse umane e finanziarie, al fine di divulgare la presente Politica Ambientale, rendendola altresì operante e costantemente attiva mediante diffusione a tutto il personale interno e/o alle “parti interessate”.

Perseguendo con la massima coerenza la totalità degli obiettivi/impegni menzionati nella presente Politica Ambientale, la Direzione Aziendale esprime riconoscenza a quanti si impegnano col proprio operare affinché l’obiettivo comune del miglioramento continuo delle prestazioni ambientali sia continuamente perseguito ed attuato.

Terlizzi, 08.02.2019